Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Camere Separate’

Quando scrivevo dell’articolo su Elsa Morante e Jean-Noël Schifano non avevo ancora iniziato a leggere Camere separate di Pier Vittorio Tondelli…

Ora che la Twitteratura e la lettura e la riscrittura degli Scritti #Corsari di Pasolini mi abituano ed allenano a creare legami nella testa e nel cuore tra le parole… trovo un passo di Tondelli che mi sembra ricollegarsi al discorso di quel pomeriggio sull’amore in rapporto alla scrittura – alla traduzione.

Buona lettura:

In un certo senso stavano dirottando, su quelle lettere, il loro desiderio di essere amanti. Lo deviavano dalla sfera sessuale a quella del linguaggio. Non se ne rendevano ancora conto ma con l’invio di quelle lettere continuavano a fare, quotidianamente, l’amore; a produrre un frutto concreto, seppur fatto di parole e di carta, ma forse per questo assai più duraturo, e stabile, della loro unione. Le loro lettere non erano solamente espressione del loro cuore, della loro fantasia e della loro intelligenza, ma soprattutto venivano a documentare la loro vita insieme come se due scrivani la redigessero, con passione, per conto della Storia. Così le lettere, da parole d’amore, si trasformavano in documenti del divenire e, da questi, calcificavano, bianche come il granito, in reperti di una archeologia del loro impossibile, ma vero, tentato amore. E la loro unione veniva ad avere alle spalle non più solamente il vuoto di una disprezzata razza senza nome, ma iniziava a scrivere, da sè, la propria storia.

Read Full Post »

#Corsari/01 – Il ‘discorso’ dei capelli

A parte tutta la teoria e i mezzi reblog cui mi sono dedicata finora… tra oggi e ieri sono entrata in pratica nella riscrittura degli Scritti #Corsari di Pier Paolo Pasolini su Twitter (si chiama Twitteratura), e che sorpresa! (altro…)

Read Full Post »

Dalla pagina facebook dedicata a Pier Vittorio Tondelli

arrivo su questo blog ben scritto cercando una citazione più ampia

che trovo però solo su Google Books

e penso:

se tradurre è (ri)scrivere

… come (ri)leggere questo passo di “Camere Separate”?

Corro in libreria, mi assento un po’, e ne riparliamo.

violenta fiducia

Ma poi perché scrivere?

E soprattutto perché pubblicare?

Perché rendere questo dolore, così privato e così essenziale,

un piccolo oggetto limitato da buttare al macero o nella polvere?


Pier Vittorio Tondelli, Camere separate

View original post

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: