Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘cielo’

Solitamente odio le foto prese in diagonale, ma questa volta non c'era altro modo. E poi mi sembra più facile continuare quel cielo col pensiero, se voglio...

Solitamente odio le foto prese in diagonale, ma questa volta non c’era altro modo. E poi mi sembra più facile continuare quel cielo col pensiero, se voglio…

E poi arriva quel momento (molto vicino alla fine del lavoro) in cui non ti rendi più conto di dove sei.

Non sai davvero se stai traducendo da casa da una biblioteca da Genova o da Parigi. Certo, ogni tanto guardi fuori alla tua destra, dalla finestra della camera di questa ragazza con cui hai fatto scambio di appartamento per tutto agosto, e il Sacré-Cœur ti fa l’occhiolino da lontano mentre si veste di una nuova luce – una nuova sfumatura – come il mare della città in cui ti sei trasferita ad aprile visto dal tuo terrazzo sul porto… Ma non lo vedi davvero.

Il movimento rapido di testa e cuore fa parte del velocissimo meccanismo traduttivo in cui sei presa, è la pausa di cui hanno bisogno i tuoi occhi, che però ancora vedono radar e sonar e trasduttori e circuiti. Perché è lì che sei, su quella barca che vogliono brevettare, nel testo, nelle parole.

Annunci

Read Full Post »

[Report della seconda lezione di LIS. Il report della prima lezione è diviso in due parti (una e due), più un’appendice. Chi si chiede cos’è LIS e perché la sto studiando, può leggerlo qui]

 

Mercoledì sera.

Mi avvio verso Palazzo Campana per la mia seconda lezione di LIS – Lingua Italiana dei Segni presso l’Università Popolare di Torino piena di entusiasmo! Ho fatto anche i compiti: segnare il mio nome velocemente, scrivere il tema sulle motivazioni che mi hanno spinto a scegliere il corso, guardare il tg3 con l’interprete LIS qualche volta.

L’entusiasmo è dovuto soprattutto all’ultima delle tre consegne, svolta in bus, nelle pause a lavoro, nei ritagli di tempo,,, con tanto di (altro…)

Read Full Post »

Il cielo su Marsiglia

[Prima parte del report della prima lezione di LIS. Segue la seconda parte]

 

Dicevo qui che ho iniziato un corso di LIS – Lingua Italiana dei Segni presso l’Università Popolare di Torino.

Ora c’è che io già di mio sono una che parte con la mente per mille viaggi di fronte a qualsiasi cosa. Mi è di spunto il mondo intero e spesso non riesco a starmi dietro, ho in testa un albero e appollaiarmi su tutti i rami è impossibile, lisciare ogni foglia, accarezzare ogni gemma… (Eppure tutte diventeranno fiori, a primavera!)

Per cui studiare la LIS sta diventando per me il pretesto per riflettere su mille altri temi, più o meno inerenti il linguaggio. (altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: