Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Renzo Guidieri’

Sinuoso. - O sincretismo brasileiro, fonte de riqueza para descobrir o sinuoso da historia, da fé e de um povo que afirma no meio de desigualdades injustas, sua alegria e esperança.

C’è un’altra cosa che mi ha colpito, quando ho letto Roland Barthes a colazione, e che venerdì non ho scritto. Non è propriamente una cosa: è una parola. Accade all’inizio dell’intervista:

tutto il suo lavoro è attraversato dall’interesse ai mezzi di comunicazione di massa…

«Sì, ma un interesse ambiguo. Il mio vero interesse costante è stato per la scrittura, la pratica letteraria, che implica una maggior sinuosità…». Se c’era una parola che avrebbe riassunto tutto, ecco, l’ha detta: «sinuosità»

L’ho mai detto che mi impiglio nelle parole? Questa volta è un impigliarsi bello, come quando cammino trasognata, troppo, e mi inciampo ma non cado e rido.

Sinuosità…

Una scrittura e una letteratura sinuose cosa sono? Come strade, strade di montagna, strade sterrate, o collinari, o che ti portano al mare, ti portano in altrovi migliori comunque.

Ed etimologicamente?

Sono caratterizzate da un seguito di seni, mi suggerisce l’amato Aldo Gabrielli, e mi sembra una definizione perfetta per il Roland Barthes che parla di desiderio, che scrive tradotto da Renzo Guidieri Frammenti di un discorso amoroso.

Ai frammenti (uno e due) che ho già amato aggiungo i SENI della SINUOSITA’ di oggi: immagino i corpi della scrittura e della letteratura: rotondi, percorsi, leggibili al tocco, evidenti, reali, o (di)segni…

 

Read Full Post »

imperfetti frammenti di un discorso amoroso in perfetti silenzi

Piccolo resoconto di una piccola lezione di scuola in una piccola città*

*Dedicato a quelli/e de LA LINGUA BATTE.

C’è un gruppo facebook che mi tiene incollata allo smartphone anche quando non dovrei, su cui leggo e scrivo di Lingua, parole, opere e traduzioni. Si chiama “LA LINGUA BATTE”, come il programma radio condotto da Giuseppe Antonelli, a cura di Cristina Faloci, che è

una sorta di osservatorio sullo stato e sull’evoluzione della lingua italiana nei suoi vari aspetti.

C’è una classe di venti élèves a cui insegno francese e da cui imparo piemontese, albanese e marocchino.

A loro (élèves) devo spiegare il tempo imperfetto e a loro (Linguabattenti) chiedo perché si chiama così. (altro…)

Read Full Post »

Sara

e non è perché oggi si festeggiano sanvalentino e santavalentina, la coppia in tutta la sua stucchevole stupidità;

è perché l’altra notte alle tre, dopo tre sansimone e aver visto tre e più amiche, tre ore di sonno a disposizione per ripensarci sorridendo e riposarmi per la scuola, tu mi hai parlato di fare l’amore con quella donna con cui stavi o stai o starai leggendo dei libri, leggendo dei libri durante, eccitandosi di un doppio amore in cui non fatico a immedesimarmi anch’io, che leggerei: (altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: