Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Toro’

Se volete sapere come mi sento ora andate sul canale 57 e moltiplicate i minuti di gioco per il numero dei gol già fatti dal Toro e quelli sono i miei battiti al minuto, amore mio

Read Full Post »

Ma che ci posso fare se appena vedo tanto così di calcio e curva mi eccito da morire, che i fumogeni mi sembra di averli sotto il naso, e i flash delle torce e la partita a fette per via dei bandieroni e le schiene dei tifosi e le facce degli ultras le sigarette fumate per tensione o scaramanzia o quando arriva una zaffata d’erba o passano un Borghetti 

o la palla che entra in rete innesca un meccanismo tipo trappola-dei-goonies o battito-d’ali-di-farfalla-che-scatena-un-uragano e qualcosa scorre sotto l’erba fino alla curva e un’energia animale entra nei piedi di tutti quanti e ti scuote le ginocchia ti strizza le cosce ti morde la pancia ti gonfia le braccia e ti alza le mani al cielo e ti spalanca la bocca e questo succede a ognuno di noi in quel momento e ci succede tutti insieme e urliamo e i piedi si staccano dagli spalti quando la palla si stacca dalla rete e mentre tocca terra dietro la linea è gol, è GOL, cazzo, gol, e tu sei molto viva e felice e qualcuno ha la lucidità, sì la lucidità, di accendere una bomba carta, e le prime sciarpe roteano e le bandiere si moltiplicano e si iniziano a fare i conti delle birre rovesciate abbracciando gli sconosciuti, e ti innamori (di nuovo) e sei felice (come sempre) e bambina (o animale, o ultras, o donna) e non importa se è il gol del vantaggio o il gol del pareggio o se sei sotto di tre né chi ha segnato: è amore, amore, è giocatore corsa calcio palla energiasotterranea piedi gambe braccia mani lingua amore, bandiera, vita!

Read Full Post »

E a vedere questa foto che ho trovato online, che non avevo salvata tra le migliaia di foto che ho scaricato negli anni del mio amore più cieco, questa foto che è storta, e che non mi ricorda una partita in particolare (ma che deve essere un derby a giudicare dalle bandiere inglesi e dallo striscione dei Viola), mi prende però d’improvviso la botta alla pancia, la vertigine al cuore, e mi ricordo la corsa su per le scale del dellealpi, sbucare sotto lo striscione dei Leumann Dandies, che mai più ho visto appeso al Comunale ed era davvero morto qualcosa (o tutto), sentire l’odore misto mentre mi cerco un posto di fumogeni, sigarette, erba e Borghetti, soprattutto Borghetti…

Ci sono più di un oceano e un decennio di distanza tra me e questa foto e io ho il Borghetti nel naso come se mi fosse andato di traverso – sarà per questo che ho le lacrime agli occhi.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: